2016: it's closing time


Nell'opinione comune questo 2016 è stato un anno sfortunato, perché si è portato via una bella fetta dei nostri artisti* più amati. La realtà è che stanno scorrendo i titoli di coda: The End. Abbiamo una buona ragione per rattristarci, perché noi facciamo parte di questo film.
Il rock degli anni duemila è nostalgia. Non è più lo specchio di questo mondo, non ne è più la colonna sonora. I dischi che ascoltiamo, i concerti a cui assistiamo, sono le extra tracks. I bis, gli echi di quello che è stato: la musica e la cultura dei giovani della seconda metà del XX secolo, la musica che doveva cambiare il mondo, ed almeno gli ha dato colore.
La musica che accompagna questi titoli di coda è quella di Blackstar di Bowie.

Blackstar è in effetti il primo disco degli anni duemila, l'unico che mostra una discontinuità, una novità rispetto a quelli che ascoltavamo nel novecento. Purtroppo resterà anche un episodio isolato; il suo autore se n'è andato, e non mi pare che ci siano musicisti che se ne sono lasciati influenzare. Da come la vivo io, Blackstar chiude la storia del rock.
L'unico altro disco che quest'anno ci si avvicina, è Post Pop Depression di Iggy Pop. È curioso, perché si tratta di una specie di involontario omaggio a Bowie. Scrivo involontario perché è stato registrato quando non si poteva immaginare la sua morte. È un omaggio perché si ispira ai due dischi registrati da Iggy Pop e David Bowie nel periodo berlinese, The Idiot e Lust For Life, chiudendone la trilogia (Bowie e Pop avevano registrato un terzo disco, Blah blah blah nel 1986, ma non è un gen che riuscito, e perciò si può ignorare).
Ancora più bello, il disco dal vivo ricavato dal tour di Post Pop Depression, intitolato Post Pop Depression Live, che è anche il miglior live della carriera dell'ex Stooge.

Al di fuori di questi due (tre) album, ognuno ricavi i propri personali dischi preferiti di questo 2016, legati alle proprie personali nostalgie. Io potrei limitarmi a citare il disco finale di Leonard Cohen ed una trilogia di album newyorchesi vintage, da Dion, Darlene Love e Southside Johnny & The Asbury Jukes ed uno un po' meno vintage di Peter Wolf. C'è anche un omaggio, questa volta voluto, a Bowie ad opera del grande Ian Hunter, che gli ha dedicato la canzone Dandy, finita in classifica in UK, e l'album relativo, il migliore fra quelli, già belli, degli ultimi decenni.

< finisci di leggere il post su Beat >

(*) R.I.P. David Bowie, Prince, Paul Kanter, Glenn Frey, Keith Emerson, Greg Lake, George Martin, Mose Allison, Leon Russell, Muhammad Ali, Guy Clark, Merle Haggard... 


best of 2016


David Bowie > Blackstar
Iggy Pop > Post Pop Depression + Live
Ian Hunter & the Rant Band > Finger Crossed
Leonard Cohen > You Want It Darker
Peter Wolf > A Cure For Loneliness
Dion > New York Is My Home
Southside Johnny & The Asbury Jukes > Soultime!
Darlene Love > Forbidden Nights
King Crimson > Radical Action
Lucinda Williams > The Ghosts Of Highway 20
Santana IV

Fusion


Miles Davis : In A Silent Way (1969)
Tony Williams Lifetime : Emergency! (1969)
Miles Davis : Bitches Brew (1970)
Ian Carr’s Nucleus : Elastic Rock (1970)
Soft Machine : Fourth (1971) 
The Mahavishnu Orchestra With John McLaughlin : The Inner Mounting Flame (1971)
Carlos Santana / John Mclaughlin : Love, Devotion : Surrender (1972)
Chick Corea and Return To Forever : Light As A Feather (1972)
Stomu Yamash’ta : Floating Music (1972) 
Herbie Hancock : Headhunters (1973)
Wayne Shorter : Native Dancer (1975) 
Weather Report : Black Market (1976) 
Brand X : Unorthodox Behaviour (1976) 
Stanley Clarke : School Days (1976) 
Gong : Gazeuse! (1976) 
Jaco Pastorius (1976)
Al Di Meola : Elegant Gypsy (1977) 
Weather Report : Heavy Weather (1977)

fra rock e jazz: 

Chicago : II
Frank Zappa : Hot Rats 
Steely Dan : Aja
Stanley Clark : School Days 
Soft Machine : Third  
George Benson : The Other Side Of Abbey Road 
Joni Mitchell : Heijra 
Mark - Almond : The Last & Live 



best of 2014


Wilko Johnson & Roger Daltrey > Going Back Home
Lucinda Williams > Down Where The Spirit Meets The Bone
Damien Rice > My Favorite Faded Fantasy
Leonard Cohen > Popular Problems
Tweedy > Sukierae
Jackson Browne > Standing In The Breach
Bob Seger > Ride Out
John Mellencamp > Plain Spoken
Lee Fardon > London Clay
Royal Southern Brotherhood > heartsoulblood
Chris Robinson Brotherhood > Phosphorescent Harvest
Chris Cacavas Edward Abbiati > Me And The Devil
Lowlands > Love etc. 
Mandolin Brothers > Far Out





best of 2013


David Bowie : The Next Day
Black Crowes : Wiser For The Time (+ Live In Milano)
Todd Rundgren : State
Linda Thompson : Won’t Be Long Now
Aaron Neville : My True Story
The Blockheads : Same Horse, Different Jockey
Gov't Mule : Shout!
Carolyne Mas : Across The River
Jason Isbell : Southeastern
Anders Osborne : Peace
Norman Watt-Roy: Faith & Grace
Paper Airplanes : Little Letters
Greg Trooper : Incident On Willow Street
Jacco Gardner : Cabinet Of Curiosities
Paul McCartney : New
Hernandez & Sampedro : Happy Island
North Mississippi Allstars : World Boogie Is Coming
Joe Nolan : Tornado
Prefab Sprout : Red Crimson
Band Of Heatens : Sunday Morning Record
Steve Cradock : Travel Wild Travel Free

best of 2012


Neil Young & Crazy Horse: Psychedelic Pills / Americana
Walkabouts: Berlin
Graham Parker & The Rumour: Three Chords Good
Ian Hunter: When I’m President
Mark Lanegan Band: Blues Funeral
Blues Traveler: Suzie Cracks the Whip
Dave Matthews Band: Away From The World
Veronica Sbergia & Max De Bernardi: Old Stories for Modern Times
Lowlands: play Woody
Cheap Wine: Based On Lies
Lowlands: Beyond
Miami and the Groovers: Good Things

best of 2011


Cowboy Junkies > Demons
North Mississippi Allstars > Keys To The Kingdom
Ryan Adams > Ashes & Fire
Baxter Dury: Happy Soup
Gregg Allman > Low Country Blues
Jonathan Wilson > Gentle Spirit
Book T Jones > The Road From Memphis
John Hiatt > Dirty Jeans and Mudslide Hyms
Warren Haynes > Man In Motion
Lucinda Williams > Blessed
Drive-By Truckers > Go-Go Boots
Peter Hammill > PNO GTR VOX

+

Rolling Stones > The Brussels Affair 1973
Rolling Stones > Live In Texas 78
Rockpile > Live At Montreux 1980

Wild songs



Kingsmen : Louie Louie (1963 su un brano scritto nel 1955)
Kinks : You Really Got Me (1964)
Yardbirds : I Wish You Would (1964)
The Pretty Things : Rosalyn (1964)
Them : Baby Please Don’t Go (1964)
Rolling Stones : (I Can’t Get No) Satisfaction (1965)
Yardbirds : For Your Love (1965)
The Who : I Can’t Explain, My Generation (1965)
Troggs : Wild Thing (1966)
Easybeat : Friday On My Mind (1966)
Jimi Hendrix : Wild Thing (Monterey Festival 1967)
The Who : I Can See For Miles (1967)
The Beatles : Helter Skelter (1968)
Canned Heat : On The Road Again (1968)
Steppenwolf : Born To Be Wild (1968)
Rolling Stones : Jumpin' Jack Flash (1968)
Led Zeppelin : Communication Breakdown (1969)
Led Zeppelin : Whole Lotta Love (1969)
Velvet Underground : Sweet Jane (1970)
Deep Purple : Smoke On The Water (1972)

cronologia Dylan Beatles Stones


4 giugno 1962. Beach Boys: Surfin Safari / 409
5 ottobre. Beatles: Love Me Do / PS I Love You

4 marzo 1963. Beach Boys: Surfin’ USA / ...
22 marzo. Beatles: Please Please Me
27 maggio. The Freewheelin’ Bob Dylan
7 giugno. Rolling Stones: Come On / …
x giugno. Peter Paul and Mary: Blowin’ in the Wind / …
1 novembre. Rolling Stones: I Wanna Be Your Man / …
22 novembre. With the Beatles

13 gennaio 1964. Bob Dylan: The Times They Are a’Changin’
20 gennaio. Meet the Beatles!(US)
16 aprile. The Rolling Stones
26 giugno. Beatles: A Hard Day’s Night
8 agosto. Another side of Bob Dylan

22 marzo 1965. Bob Dylan: Bringing It All Back Home
21 giugno. Byrds: Mr Tambourine Man
6 agosto. Beatles: Help!
20 agosto. Rolling Stones. (I Can't Get No) Satisfaction / …
30 agosto. Bob Dylan: Highway 61 Revisited
3 dicembre. Beatles: Rubber Soul

16 maggio 1966. Beach Boys: Pet Sounds
20 giugno. Bob Dylan: Blonde on Blonde
5 agosto. Beatles: Revolver
10 ottobre. Beach Boys: Good Vibrations / …
10 dicembre. Rolling Stones: Got Live If You Want It! (US)

1 giugno 1967. Beatles: Sgt. Pepper Lonely Hearts Club Band
27 dicembre. Bob Dylan: John Wesley Harding

1 giugno 1968. The Band: Music from Big Pink
30 agosto. Byrds: Sweetheart of the Rodeo
22 novembre. The Beatles (white album)

9 aprile 1969. Bob Dylan: Nashville Skyline
22 settembre. The Band
26 settembre. Beatles: Abbey Road
5 dicembre. Rolling Stones: Let It Bleed

discografia Rolling Stones



1963

Come On / I Want To Be Loved (45 Decca, 7 giugno)
I Wanna Be Your Man / Stoned (45 Decca, 1 novembre)

1964

The Rolling Stones (EP Decca, 17 gennaio)
Not Fade Away / Little By Little (45 Decca, 21 febbraio)
Not Fade Away / I Wanna Be Your Man (USA, 45 London, 6 marzo)
The Rolling Stones (LP Decca, 16 aprile)
England’s Newest Hit Makers (USA, LP London, 30 maggio)
Marianne Faithfull: As Tears Go By / Greensleeves (45 Decca)
Tell Me / I Just Wanna Make Love To You (USA, 45 London, 13 giugno)
It’s All Over Now / Good Times Bad Times (45 Decca, 26 giugno)
Five by Five (EP Decca, 14 agosto)
Time Is On My Side / Congratulations (USA, 45 London, 26 settembre)
12 x 5 (USA, LP London, 17 ottobre)
Little Red Rooster / Off The Hook (45 Decca, 13 novembre)
Heart Of Stone / What A Shame (USA, 45 London, 19 dicembre)

1965

The Rolling Stones No.2 (LP Decca, 15 gennaio)
The Rolling Stones Now! (USA, LP London, 13 febbraio)
The Last Time / Play With Fire (45 Decca, 26 febbraio)
(I Can't Get No) Satisfaction / The Under Assistant West Coast Promotion Man (USA, 45 London, 6 giugno)
Got Live If You Want It! (EP Decca, 11 giugno)
Out Of Our Heads (USA, LP London, 30 luglio)
(I Can't Get No) Satisfaction / The Spider and The Fly (45 Decca, 20 agosto)
Out Of Our Heads (LP Decca, 24 settembre)
Get Off Of My Cloud / The Singer Not The Song (45 Decca, 22 ottobre)
December’s Children (and Everybody’s) (USA, LP London, 4 dicembre)
As Tears Go By / Gotta Get Away (USA, 45 London, 18 dicembre)