best of 1969


Rolling Stones > Honky Tonk Women
Dusty Springfield > Son Of A Preacher Man
Youngbloods > Darkness Darkness

LP UK:
King Crimson > In The Court Of The Crimson King (Island)
Beatles > Abbey Road (Apple)
Rolling Stones > Let It Bleed (Decca)
The Who > Tommy (Track)
Kinks > Arthur Or The Decline And Fall Of... (Pye)
Led Zeppelin (Atlantic)
Pink Floyd > Ummagumma (Harvest)
Led Zeppelin > II (Atlantic)
Nick Drake > Five Leaves Left (Island)
Blind Faith > Blind Faith (Polydor)
John Mayall > The Turning Point (Polydor)
Eric Burdon & War > Eric Burdon Declares War (MGM)
Julie Driscoll, Brian Auger & Trinity > Street Noise (Polydor)
Fairport Convention > Liege & Lief (Island)
Fairport Convention > Unhalfbricking (Island)
Joe Cocker > With A Little Help From My Friends (Regal)
Jethro Tull > Stand Up (Island)
Colosseum > Valentyne Suite (Vertigo)
Free (Island)


LP USA:
Quicksilver Messenger Service > Happy Trails (Capitol)
Van Morrison > Astral Weeks (Warner Bros)
Crosby, Stills & Nash (Atlantic)
Creedence CR > Willy & The Poor Boys (Fantasy)
Creedence CR > Green River (Fantasy)
Band > The Band (Capitol)
Townes Van Zandt > Our Mother The Mountain (Tomato)
MC5 > Kick Out The Jams (Elektra)
Grateful Dead > Live Dead (Warner Bros)
Leo Kottke > 6 & 12 String Guitar (Takoma)
Jefferson Airplane > Volunteers (RCA)
Velvet Underground > The Velvet Underground (MGM)
Stooges (Elektra)
Frank Zappa > Hot Rats (Bizarre)
Capt. Beefheart > Trout Mask Replica (Reprise)
Leonard Cohen > Songs From A Room (Columbia)
Allman Brothers Band (Capricorn)
Flying Burrito Bros > The Gilded Palace Of Sin (1969)
Poco > Pickin' Up The Pieces (Epic)
Delaney And Bonnie > Accept No Substitute (Elektra)
Youngbloods > Elephant Mountain (RCA)
Willie Dixon > I Am The Blues (Columbia)
Muddy Waters > Fathers And Sons (Chess)
Chicago > The Chicago Transit Authority (Columbia)
Terry Riley > A Rainbow In A Curved Air (Columbia)
Johnny Winter > Second Winter (Columbia)


Brian Jones muore nella notte del 2 luglio, annegato nella piscina della sua villa a Cotchford Farm nel Sussex.
Dal 15 al 18 agosto si tiene a Woodstock quello che divenerà il più famoso festival della musica e della cultura rock, e che rappresenterà anche la conclusione della summer of love.
Il 6 dicembre si tiene ad Altamont (California) un festival gratuito che degenerò in violenze.

n.b.: Astral Weeks di Van Morrison è inserito fra i dischi americani perché è da considerare in tutto un prodotto della west coast anche se il grande Van è nato a Belfast

8 commenti:

Il Grande Favollo ha detto...

Che dire di questo anno? Ci sono i dischi fondamentali di ogni rockettaro degno di questo nome, c'è l'atmosfera irripetibile dei festival, c'è lo sbarco sulla luna. Nulla sarebbe stato come prima. Aggiungerei "Volunteers" dei Jefferson e "Stand up" dei Jethro Tull

Blue Bottazzi ha detto...

aggiungo... almeno i Jefferson ;-)

Il Grande Favollo ha detto...

E' una cosa che ho notato in molti giornalisti di riviste musicali italiane: i Jethro Tull non hanno mai riscosso molte simpatie. In effetti i Jethro li ho messi per una questione affettiva. Non hanno certamente cambiato la storia del rock, in realtà. Forse di "Stand up" mi piaceva la copertina o quell'aria bucolico-hippie inglese. Eppure, agli esordi, furono lanciati molto negli States, producendosi in estenuanti tournè. L'unico difetto è che non scrissero mai la leggenda del rock, nel senso che non parteciparono mai alle "grandi notti" da rockstar. Ian Anderson, per dirla in breve, non è mai stato Mick Jagger.Mi piacerebbe conoscere la tua opinione in merito.

Blue Bottazzi ha detto...

@ilGrandeFavollo

mi piacciono i JT, il loro mix di folk, blues, rock e il loro sapore di bourbon... mi piacciono Living In The Past, una buona selezione delle caratteristiche migliori della band più ingenua, ed ovviamente mi piace Aqualung, disco obbligatorio degli anni settanta.
Mi è anche piaciuta l'umiltà con cui hanno ripreso a battere il live show qualche anno fa.

Max ha detto...

A mio parere Volunteers è la canzone simbolo degli anni 69/70 , pur in mezzo a tante meraviglie.
Solamente che quel sound particolare e quell'atmosfera fotografano alla perfezione un periodo storico/musicale come poche altre cose.

red ha detto...

Posso dire la mia sui Jethro Tull?
Il mio parere è una sintesi tra quello che scrive il grande Favollo e Blue
Certamente non hanno scritto capolavori, ma qualche ottimo album sì come Stand Up, (nessuno ha mai notato che gli Eagles hanno copiato Hotel California da un brano di quell'album, mi sembra we used to know ?) come Aqualung o come Thick as a Brick
Inoltre Ian Anderson è andato avanti con tanta passione fino ad oggi, e questo gli fa onore

Simone Cavatorta ha detto...

In The Court
Hot Rats
Let It Bleed
The Velvet Underground
Five Leaves Left (oddio, questo non riesco più ad ascoltarlo, troppo triste)

Simone Cavatorta ha detto...

Aggiungerei anche Aoxomoxoa, che preferisco al Live Dead e che per me è la cosa migliore dei Dead "psichedelici" (ma io preferisco di gran lunga quelli più "traditional").