best of 1985


Del Fuegos > Boston, Mass (London Slash)
John Fogerty > Centerfield (Warner Bros)
Blasters > Hard Line (Slash WB)
Tom Waits > Rain Dogs (Island)
Prefab Sprout > Steve McQueen (Columbia)
John Cougar Mellencamp > Scarecrow (Riva)
Green On Red > No Free Lunch (EP Mercury)
Lone Justice > (Geffen)
Jason & The Scorchers > Lost & Found (Emi America)
Dire Straits > Brothers In Arms (Vertigo)
Chris Isaak > Silvertone (Warner Bros)
Beat Farmers > Tales Of The New West (Demon)
Sting > The Dream Of The Blue Turtles (A&M)
Robert Palmer > Riptide (Island)
Jesus And Mary Chain > Psychocandy (Wea)
Susanne Vega (A&M)
Green On Red > Gas Food Lodgin (Enigma New Rose)
Tom Petty > Southern Accent (MCA)
Tom Petty > Pack Up The Plantation: Live! (MCA)
Nick Lowe > The Rose Of England (Demon)
Danny & Dusty > The Lost Weekend (A&M)
Lyres > Lyres Lyres ()
Working Weeks > Working Nights ()

13 commenti:

alexdoc ha detto...

Talking Heads - True stories (Sire)
John Hiatt - Warming up to the ice age (Geffen)
Tom Petty and the Heartbreakers - Southern Accents e Pack up the plantation: live! (MCA)

Petty, argomento degli ultmi due post del tuo blog, come hai fatto a dimenticarlo? ;)

alexdoc ha detto...

R.E.M. - Fables of the reconstruction
Prince - Around the world in a day (Paisley Park)
Smiths - Meat is murder (Rough Trade)
Nick Cave & the Bad Seeds - The firstborn is dead (Mute)

Blue Bottazzi ha detto...

vero... grazie ancora una volta

alexdoc ha detto...

Solo per completezza d'opera e di cronaca, c'è spazio anche per 2 storici side-project:

Knitters - Poor little critters on the road (Slash)
Dukes of Stratosphear - 25 O'Clock (Virgin)

ovvero i riuscitissimi divertissement, rispettivamente country-punk e psycho '60s, di due grandi band dal nome simile, X e XTC, entrambi sotto mentite spoglie.

alexdoc ha detto...

Fuori dal "Rock" mi vengono in mente anche 4 cose "Pop" di classe che si ascoltavano molto allora e che hanno altrettanto segnato quell'epoca:

Simple Minds - Once upon a time (Virgin)
Simply Red - Picture book (Elektra)
Style Council - Our favorite shop (Polydor)
Working Week - Working nights (Virgin)

Blue Bottazzi ha detto...

Sono stato un amante dei Trinity di Brian Auger e Julie Driscoll, per cui quando uscì l'EP brit jazz rock dance Storm Of Light dei Working Week, con Julie alla voce ed un organo liquido molto sixty fu un vero piacere. Collaborarono anche con Robert Wyatt, mentre il LP, Working Week, era già un pochino influenzato dal pop alla Sade, ma ancora gradevole. Poi basta,

alexdoc ha detto...

Sempre per la fertile scena brit-pop-jazz di quel periodo ricordo anche:

Everything But The Girl - Love not money (Blanco Y Negro)

Tornando al Rock, passando anche attraverso il Garage Revival mi sono riapparsi alla mente un sacco di nomi sparsi "minori" ma non meno validi, che scrivo solo per divertimento:

Giant Sand - Valley of rain (Enigma)
Plan 9 - Keep your cool and read the rules (Pink Dust)
Hoodoo Gurus - Mars need guitars! (Big Time)
Long Ryders - State of our Union (Island)
Prisoners - The last fourfathers (Big Beat)

Invece di un genere tutto suo, completamente fuori dal tempo e dal contesto, questi testardi e orgogliosi "Progsters" del decennio sbagliato hanno realizzato il loro disco migliore:

Marillion - Misplaced Childhood (EMI)

Mentre intanto in Italia c'era la "nuova musica italiana cantata in italiano" (!):

Litfiba - Desaparecido (IRA)

E a proposito ho avuto un'idea: ti chiedo se al finire della decade '80 saresti d'accordo di fare un post "riepilogativo" Italiano, un pò come hai fatto per il Prog, Canterbury e i cantautori italiani dei '70. Ovviamente ti aiuterei molto volentieri. Ti lancio il suggerimento, vedi se è il caso di raccoglierlo. Grazie comunque.

red ha detto...

Grazie ad Alexdoc per avere ricordato i testardi Marillion (strepitosa la loro virata degli anni duemila ad un pop-prog-rock-ambient sofisticatissimo.)
E anche per i Dukes of Stratosphear dei quali ho recentemente acquistato a basso costo un CD che racchiude entrambi i loro lavori (25'o clock e Psonic Psunspot); semplicemente deliziosi!! ma del resto Partridge e Moulding sono dei geni che non saranno mai abbastanza riconosciuti come tali.

alexdoc ha detto...

Grazie a te, Red. Anch'io ho quel cd, che consiglio a tutti.

alexdoc ha detto...

Autocorreggo il mio primo commento. L'album di quell'anno dei Talking Heads è ovviamente "Little creatures".

alexdoc ha detto...

10.000 Maniacs - The wishing chair (Elektra)
Smithereens - Especially for you (Enigma)

Alex ha detto...

The Silos - About her steps

Alex ha detto...

Talking Heads - Little Creatures