best of 1995


Phish > A Live One (Elektra)
Joe Ely > Letter To Laredo (Hightone)
Paul Weller > Stanley Road (Go! Disc) 
Popa Chubby > Beauty And The Beast (Sony)
Van Morrison > Days Like This (Exile Polydor)
Steve Earle > Train A Comin' (Warner Bros)
Rolling Stones > Stripped (Virgin)
Jayhawks > Tomorrow The Green Grass (American)
Dwight Yoakam > Dwight Live (Reprise)
Stan Ridgway > Black Diamond (Birdcage)
Buddy Miller > Your Love And Other Lies (Hightone)
Doc Pomus > Till The Night Is Gone (A Tribute To…) (Rhino)
Ian Hunter > Dirty Laundry (Cherry Red)
Steve Forbert > Mission Of The Crossroad Palms (Paladin)
Calvin Russel > Dream Of The Dog (Last Call)
Tony Joe White > Lake Placid Blues (Remark Polydor)
Porcupine Tree > The Sky Moves Sideways (Delerium)
Smashing Pumpkins > Mellon Collie & The Infinite Sadness (Virgin)
Duncan Browne > Songs Of Love And War ()
Elliott Murphy > Selling The Gold (Blue Rose)
Popa Chubby > Hit the High Hard One (Live)
Gov't Mule (Relativity)
Clarence Clemons > Peacemaker (Zoo)

22 commenti:

alexdoc ha detto...

Esaurita la vena del filone d'oro, ancora vari colpi a segno. Ma un cerchio si chiude, e non se ne riapre un altro. La musica gira intorno... a se stessa, e del doman non v'è certezza. Chi si contenta, stragode però, anche con:

Neil Young e Pearl Jam - Mirror ball
Bruce Springsteen - The ghost of Tom Joad
Rolling Stones - Stripped (live) e Rock'n'roll Circus
Bob Dylan - Mtv Unplugged
James McMurtry - Where'd you hide the body
Paolo Conte - Una faccia in prestito
Vinicio Capossela - Camera a sud
Bottle Rockets - The Brooklin Slide
Neil Casal - Fade away diamond time
Chris Cacavas - New improved pain
Vic Chesnutt - Is the actor happy
Guy Clark - Dublin blues
Julian Cope - 200 mothers
Elvis Costello - Kojak variety
Freakwater - Old paint
Emmylou Harris - Wrecking ball
John Hiatt - Walk on
Jayhawks - Tomorrow the green grass
Lambchop - How I quit smoking
Jonny Lang - Smokin
Sonny Landreth - South of I-10
Palace - Viva last blues
Charlie Sexton - Under the wishing tree
Son Volt - Trace
Wilco - A.M.
Terrell - Angry southern gentleman
Anders Osborne - Which way to here
Jason & the Scorchers - A blazing grace
John Mohead - Lula city limits
Ramblin' Jack Elliott - South coast
Mike Watt - Ball-hog or tugboat?
Mercury Rev - See you on the other side
Nathalie Merchant - Tigerlily
Alanis Morissette - Jagged little pill

L'ultimo non faccia gridare allo scandalo: un ottimo lavoro di Pop-Rock di pregevole fattura.

alexdoc ha detto...

George Thorogood - Live: let's work together
Morphine - Yes
P.J.Harvey - To bring you my love
The The - Hanky Panky
Pavement - Wowee zowee
Jeff Healey - Cover to cover
Blue Mountain - Dog days
Smog - Wild love
Robben Ford - Live in San Francisco / Handful of blues
John Lee Hooker - Chill out
John Hammond - Found true love
A.J.Croce - That's me in the bar
Better Than Ezra - Deluxe
David Johansen - From pumps to pompadour: the D.J. story (ant.)

brazzz ha detto...

riguardo al 1995 non saprei,ma vorrei colmare una lacuna ventennale..mai nessuno ha citato i dischi,veri capolavori, di KIP HANRAHAN..produttore e percussionista di new york..dagli esordi"coup de tete" 1981 piena no wave,fino alle ultime cose..due decenni di musica jazz o cubana con gente come carla blay,teo acero,jack bruce..

Anonimo ha detto...

Paul Weller - Stanley Road
Tindersticks - Tindersticks
Rickie Lee Jones - Naked songs Live and Acoustic
Prince - The Gold Experience
Stevie Ray Vaughan - Greatest hits (ant.)
Buffalo Tom - Sleepy eyed
Southside Johnny - Jukes live at the bottom line
King Crimson - Thrak
Alexis Korner - The BBC Radio Sessions
Gary Moore - Blues for Greeny
Alice In Chains - Alice In Chains
Billy Bragg - Live Bootleg
Jonathan Richman - You must ask the heart
Joe Gruschecky - American Babylon

Andrea ha detto...

Blue! Gli Smashing Pumpkins! Che ragazzino moderno!
Condivido le vostre segnalazioni ma non il giudizio di Alexdoc sull'inizio del declino.
Quanta grazia di Dio in questi anni!
E mi pare una posizione ideologica eccessiva arrivare a questo 5° commento senza avere ancora menzionato:
The bends-Radiohead
What's the story morning glory-Oasis
A northern soul-Verve
Fight for your mind-Ben Harper
Maxinquaye-Tricky
Different class-Pulp
The Charlatans
Wake up-Boo Radleys
Olympian-Gene
Elastica
Garbage
Exit from planet dust-Chemical Brothers
Post-Bjork
Pure Phase-Spiritualized
Boss Hog
The blue moods of Spain
Germi-Afterhours
The great escape-Blur
Grand Prix-Teenage Fanclub
Timeless-Goldie

alexdoc ha detto...

Io tutto sono tranne che un "ideologico", in ogni argomento del vivere. Resto convinto che il "meglio" di questi anni sia passato, che non ci sia confronto tra la prima metà degli anni 90 e la seconda, anche perchè compimento di un lungo percorso di avvicinamento del precedente "underground" al "mainstream" avviato alla fine degli 80. Da qui in poi c'è una discreta fase di transizione.

Andrea, i "tuoi" album li conosco tutti, ne ho ascoltati molti e apprezzati vari. E' che nei post precedenti mi sono accorto di "strafare" un pò, e ho volentieri lasciato ad altri il compito di "completista" nei generi meno toccati da Blue. Diciamo che il mio ruolo appare come di collegamento, di "mediatore", tra il suo "Classic Rock" e i tuoi "pezzi da 90" (!), perchè mi sento di appartenere a entrambe le "aree". Il primo degli Spain, che ho amato molto, è stato registrato nel 1995, ma pubblicato un anno dopo. L'avrei senz'altro segnalato per le uscite del 1996.

alexdoc ha detto...

Mi correggo: è effettivamente uscito nel 1995, avevi ragione tu. Mi ero basato su quando arrivò nei negozi italiani, ma non fa testo. Mi fa piacere invece leggere parecchi dei dischi da te menzionati, tutti importanti a prescindere dai generi più o meno prediletti (ad esempio, non ho mai molto amato l'elettronica).

Andrea ha detto...

Alexdoc: ho usato in modo evidentemente esagerato il termine "ideologico". Intendevo riferirmi alla scelta (prevedibile di Blue, forse meno da parte di un "mediatore" come te)di escludere tutte le pietre miliari del cosiddetto brit-pop (termine di comodo che ha finito per avere un'accezione prevalentemente negativa): Radiohead, Oasis, Pulp, Verve, Blur e tutti quelli che tra 94 e 97/98 hanno pubblicato album e canzoni a cui non credo si possa negare un'importanza storica a prescindere dalle preferenze. Il percorso di cui parli dagli anni 80 ai 90 in GB è infatti particolarmente rappresentato dalla storia della Creation: dai 45 giri imbustati e spediti a mano da Alan McGee a Wonderwall, che tutti cantano in coro nei pub 15 anni dopo (e secondo me anche tra 50 anni...)
Il prossimo è il '96, ed anche se il mio suono del cuore è prevalentemente americano e classico, il ricordo più forte del mio unico Reading festival quell'anno (oltre alle decine di concerti di quei 3 giorni) è Live Forever mandata dagli altoparlanti in una pausa tra una band e l'altra ed il senso di felicità condivisa e palpabile che si irradiava su decine di migliaia di persone.

alexdoc ha detto...

Non ho niente contro il "Brit-Pop" (termine omnicomprensivo, immenso contenitore dove nessuna band ha lo stesso suono di un'altra, un pò come il coevo d'oltreoceano "Grunge") anche se non è esattamente la mia "cup of tea" (che ci sta molto bene, parlando di Uk). Blur, Verve e Radiohead li avevo messi nel 93 e 94, e pure i misconosciuti e non meno bravi (anzi!) Teenage Fanclub e Boo Radleys. Ma ripeto: per il lustro precedente avevo inserito tutto l'inseribile. Da adesso in avanti, per non esagerare e lasciare volutamente spazio a te e altri, ho pensato di fare una selezione pur vastissima, più basata sui gusti personali e attuali.
E, quasi citando Paul Simon, "you can call me Alex!" ;)

alexdoc ha detto...

E, per andare controcorrente coi "trend" del periodo, aggiungo inoltre un gran disco di canzoni Pop-Rock ma non Brit-Pop, di una band scozzese dal sound "americano", unica nel suo genere, gruppo e disco che ho amato moltissimo e non so come ha fatto a sfuggirmi prima:

Del Amitri - Twisted

alexdoc ha detto...

Altri inglesi anticonformisti, innamorati dell'Hard Blues e dell'America:

Reef - Replenish

alexdoc ha detto...

Golden Smog - Down by the old mainstream
Foo Fighters - Foo Fighters

alexdoc ha detto...

Ani DiFranco - Not a pretty girl

alexdoc ha detto...

Emmylou Harris - Wrecking ball
Kenny Wayne Shepherd - Ledbetter heights
Corey Harris - Between midnight and day
Guy Davis - Stomp down rider

Alex ha detto...

Steely Dan - Alive in America

Alex ha detto...

King L - Great day for gravity

Alex ha detto...

Ezio - Black boots on latin feet

Alex ha detto...

Drivin'n'Cryin' - Wrapped In SKy

Alex ha detto...

Dan Zanes - Cool Down Time

Alex ha detto...

John Martyn - Live

Alex ha detto...

Vari - Songs from "Chippy"

Alex ha detto...

Susan Tedeschi - Better Days